62016set
Se tuo figlio rompe qualcosa paghi tu i danni, anche se è a scuola

Se tuo figlio rompe qualcosa paghi tu i danni, anche se è a scuola

Ebbene sì, i figli ci danno soddisfazioni e gioie immense, ma possono essere anche fonti inesauribili di guai. E di pesanti batoste al bilancio familiare. E’ quanto si evince da una sentenza della Cassazione (18 settembre 2015 n.18327), che indica che la responsabilità dei genitori non viene a mancare anche qualora i figli si trovino sotto l’altrui vigilanza.

Chi è genitore sa bene quanto sarebbe bello se al posto proprio fosse qualcun altro responsabile di tutti quei piccoli danni che egli stesso o gli altri membri della propria famiglia possono arrecare ad altri nel corso della vita di tutti i giorni. Si potrebbe pensare che, quando il proprio figlio è affidato alla scuola, la responsabilità ricada sull’insegnante che ne ha la vigilanza, ma non è così. O meglio, la responsabilità è in concorrenza con la famiglia.
La Cassazione cita alcuni precedenti giurisprudenziali secondo cui la responsabilità dei genitori per i fatti illeciti commessi dal minore con loro convivente, prevista dall’art. 2048 c.c., è connessa ai doveri inderogabili richiamati dall’art. 147 c.c.
Tali doveri impongono una costante opera educativa, finalizzata a correggere comportamenti non corretti. Di conseguenza per sottrarsi a tale responsabilità, essi devono pertanto dimostrare di aver impartito al figlio un’educazione sufficiente per una corretta vita di relazione in rapporto al suo ambiente, alle sue abitudini e alla sua personalità.
Anche nel caso in cui il minore guidi un motorino, l’aver preso il patentino non esonera i genitori dall’istruire il figlio sui pericoli che derivano dalla circolazione stradale e all’osservanza delle regole della strada.
Ogni giorno infatti, da genitori, siamo esposti a dei rischi che possono mettere in difficoltà le nostre finanze familiari. Pensiamo a un vaso di pregio rotto in un negozio, ad uno strumento danneggiato a scuola, a delle lesioni fisiche cagionate ad altri bambini, incidenti in bicicletta o durante lo svolgimento di attività sportive. I nostri ragazzi, involontariamente, possono metterci nei guai!
Come fare, allora?
Happy_Family_Having_Fun_Outdoor2
UnipolSai, ci ha pensato, con la polizza UNIPOLSAI CASA – CHIAVE ORO. Scopri come puoi proteggerti con meno di 8 € al mese, contattando la tua agenzia di riferimento o direttamente Assicoop che ti indirizzerà verso l’agenzia più vicina a te.